Testi by Alessandra


Questi sono alcuni testi delle canzoni che ho scritto:

Close greetings
Coming home
People
Pilgrimage
Verses for a child looking out at snow



  


CLOSE GREETINGS (landings)

And he said: "l´m looking close
at what I´ll never want to lose.
Butterflies and bees find their peace
in the leaves of flowers spellbound by the sun.

And I have my own
way of flying and coming home.
So I walk down to you
and the hills are my sweet landing."

Then be looked outside,
his brilliant eyes were shining with joy.
Butterflies and bees, they greeted him
As a sunny friend of their kind.

And he went away
Carrying his own way of flying...

And he went away
But I knew I would see him again...


SALUTI VICINI (arrivi)

E lui disse: "Sto osservando da vicino
le cose che non vorrei mai perdere.
Farfalle e api trovano la loro pace
nei petali dei fiori baciati dal sole.

Anch´io ho un mio modo
di volare e poi tornare a casa.
Per questo cammino verso di te
e le colline rendono dolce l´arrivo."

Poi guardò fuori,
i suoi occhi brillanti luccicarono di gioia.
Farfalle e api lo salutarono
come un loro solare amico.

E lui se ne andò
portandosi via il suo particolare modo di volare...

E lui se ne andò
ma io sapevo che lo avrei visto ancora...





  

Come dice Manuela, ecco la canzone delle pulizie,
nata in stazione a Padova, aspettando il treno per tornare a casa.


COMING HOME

R: "You should have came home
Watch here, watch there!
You should help my work
Wash here wash there!
"

"You never regret
It´s not your way!
Cause you should be here
you should be there...
"

Precarious times
I don´t know what is wrong!
Precarious times
I just don´t see what is wrong!

Today I´m feeling happy
and air is kissing me in my walk,
and music of the winds
lets my thoughts to float!

But as I reach home...
You open the door...
And say...
R.

My room is getting dirty
and my dress too filthy,
but landscapes from the window
are calling me to inner trips!

Oh no!
I didn´t keep home!
You´ll say...
R.

TORNANDO A CASA

R: "Saresti dovuta tornare a casa:
guarda qua e là!
Dovevi aiutarmi nei lavori:
adesso lava questo e quello!
"

"E non ti penti mai,
non è nel tuo carattere!
Perchè tu devi sempre
andare in giro...
"

Giorni precari quelli in cui
non capisco cosa sia sbagliato!
Giorni precari quelli in cui
non vedo proprio cos´è sbagliato!

Oggi mi sento felice
L´aria mi sorride mentre passeggio,
la musica del vento
fa galleggiare i miei pensieri.

Ma appena arrivo a casa...
Tu apri la porta...
E dici...
R.

La mia stanza sta diventando sporca
e i miei vestiti troppo sgualciti,
ma il mondo dalla finestra mi chiama e
non posso fare a meno di viaggiare...

Oh no!
Non ho sistemato la casa!
Tu dirai...
R.



  

Questa è la prima canzone "intera" che ho scritto.
È dedicata a mia nonna, Norma, a cui voglio un mucchio di bene.


PEOPLE (her love)

People walking smiling thinking
People dancing in the wind
moving softly like a bird in sky
touching clouds as they pass away

People walking down the street
smiling, touching green leaves of trees
I remember times old when I smiled
Don´t remember last time when I flied

People missing carrying their own lights
People watching as they fly away

The old time when I heard stories
when she told me of my ghosts
giving sweets and fruit to me
giving smiles and lights of animals

Showing lives as pure as they are
carrying her love for me
Don´t remember last time when I flied
I remember times old when I smiled

Here in my head and fading die...

The old time when I heard stories
when she told me ot my ghosts
Showing lives as pure as they are...


PERSONE (il suo amore)

Persone che camminano sorridono pensano
persone che danzano nel vento
che si muovono dolcemente come un uccello nel vento
toccando le nuvole mentre le attraversano

Persone che camminano lungo la strada
sorridendo, toccando le foglie verdi degli alberi
Ricordo i tempi passati in cui ho sorriso
Non ricordo l´ultima volta che ho volato

Persone che perdono, che portano con sè le loro luci
Persone che osservano mentre volano via

Il tempo passato in cui ascoltavo fiabe
il tempo in cui mi ha parlato dei miei fantasmi
portandomi dolci e frutti
regalandomi sorrisi e momenti di luce con gli animali

Mostrandomi le vite pure come sono
portandomi il suo amore per me
Non ricordo l´ultima volta che ho volato
Ricordo i tempi passati in cui ho sorriso

È qui.. è tutto nella mia testa e scivola via...

Il tempo passato in cui ascoltavo fiabe
il tempo in cui mi ha parlato dei miei fantasmi
Mostrandomi le vite pure come sono...




  

Questa canzone ha un preambolo... che dice:


PREAMBLE to the CRISIS of WORDS

On your trip you´ll surely reach
doors of wise and shrewd men
If you ask them of my growth
they will laugh...



PILGRIMAGE AFTER THE CRISIS OF WORDS

In Pilgrimage I carry bags, little tricks
and nothingness picked anywhere
‘seems I´ve never kept a sense,
lost as other purposes I had
but didn´t write down

I walk through desolate savage words
Seeking a hole verse in soul
You come as gentle as breeze
Touching like caressing thoughts

This mistakes me as waves or crimes even seen
Perhaps it´s that... maybe I’ve grown an object of you

The oracles I meet are: a killer who speaks of death,
a priest who smiles talking of craziness
‘seems that sadness is not my own, other prognosis
are called as gold, as seen in ghost shows

"Promise I keep kind and quiet to anyone
Promise I help myself out of anywhere"
As you already knew this is why
You looked at me, sweet and touched

This mistakes me as waves or crimes even seen
Perhaps it’´s that... maybe I climbed a change of you

PREAMBOLO alla CRISI DELLE PAROLE

Nel tuo viaggio incontrerai sicuramente
uomini saggi e accorti.
Se chiederai loro un´opinione
riguardo alla mia crescita, loro rideranno...



PELLEGRINAGGIO DOPO LA CRISI DELLE PAROLE

In pellegrinaggio porto borse, piccoli giochi
e un senso del niente raccolto ovunque
Sembra che io non abbia mai mantenuto un significato,
l´ho sempre perso come altri propositi che ho avuto
ma non ho scritto su carta.

Cammino attraverso parole selvagge e desolate
Cercando un verso, che sia sacro per la mia anima
Tu arrivi gentile come il vento
Toccandomi come se stessi accarezzando pensieri

Tutto questo mi confonde, come onde, come crimini già visti.
Forse è che... Forse, crescendo, sono diventata un oggetto dei tuoi

Gli oracoli che ho incontrato sono: un assassino che parla della morte,
un prete che sorride parlando di pazzia.
Sembra che la tristezza non sia solo mia; ed altre prognosi
sembrano quasi oro, come se fossero state discusse in spettacoli di fantasmi

"Prometto di essere gentile e calma con tutti
Prometto di aiutare me stessa ad uscire da qualsiasi situazione"
Come tu già sapevi! È per questo
che mi hai guardato, dolcemente, e sei riuscito a toccarmi.

Tutto questo mi confonde, come onde, come crimini già visti.
Forse... mi sono arrampicata su di te come su un cambiamento...



  

Questa canzone è dedicata a etn


VERSE FOR A CHILD LOOKING OUT AT SNOW

Wait till you´ll have a pray
wait for some whiteness
spreading in
ice lands.

A child
watching snow not to thaw
he heard and lost a song
fading
slowly fading away...

as a wind..... who blew...


Wish to keep whiteness
wish of iced streets as lakes
so there were
Theatres of dreams and...

A child
watching snow not to thaw
he heard and lost a song
fading
slowly fading away...

as a wind..... who blew...


VERSI PER UN BAMBINO CHE GUARDA FUORI LA NEVE

Aspetta finchè avrai una preghiera
aspetta un po´ di candore
perchè si diffonda in
terre ghiacciate.

Un bambino,
che guardava la neve perché non si sciogliesse,
sentì, e perse, una canzone
che stava svanendo,
che lentamente si affievoliva lontano...

e come un vento... soffiava...


Desiderava mantenere il candore
desiderava strade ghiacciate come laghi
perciò c´erano
Teatri di Sogni e...

Un bambino,
che guardava la neve perché non si sciogliesse,
sentì, e perse, una canzone
che stava svanendo,
che lentamente si affievoliva lontano...

e come un vento... soffiava...